Ciao,

se stai consultando questa pagina è possibile che ci siamo già incontrati e che tu sia arrivato qui, seguendo le istruzioni riportate sul biglietto da visita che ti ho lasciato di persona.

Se non fosse così, e se tu fossi capitato casualmente su questa pagina, per comprenderne più a fondo le motivazioni della sua esistenza ti chiedo di leggere prima questo altro articolo.

Credo che tu ti stia chiedendo il perché ti abbia invitato a consultare questa pagina, e per questo cercherò di darti le dovute spiegazioni senza annoiarti troppo.

Per GDPR si intende “General Data Protection Regulation“.

Ed è una legge dell’Unione Europea che regolamenta l’adeguata gestione dei dati personali.

Come dati personali si intendono quei dati che permettono l’identificazione diretta di una persona (nome, cognome, immagini….ecc..), indiretta (codice fiscale, indirizzo IP, la targa della macchina, ecc…); o altri tipi di dati che per quanto riguardano l’argomento fotografia sono meno rilevanti.

Con l’avvento delle nuove tecnologie come la geo localizzazione e il riconoscimento facciale, questo argomento è diventato ulteriormente più complesso. Questa maggiore complessità di regolamentazione della privacy, ha richiesto di conseguenza un adeguamento di quelle che fino a poco fa, erano le normali leggi di tutela della privacy.

Leggi, tra l’altro, più o meno molto simili e comuni per la maggior parte dei paesi.

Leggi che, nel caso di una fotografia a sconosciuti, servono giustamente per garantire l’integrità di immagine della persona ritratta, e pongono dei limiti restrittivi sulla diffusione dello scatto, a patto che non ci sia una suo esplicito consenso.

APRO UNA PARENTESI…

Approfitto per dirti che tempo fa ho scritto un articolo che potrebbe aiutarti a capire ancora meglio, e che se invece volessi leggere qualcosa di più approfondito potrai farlo consultando quest’altra pagina.

PIU’ O MENO IN BREVE…

Scattare una foto ad uno sconosciuto in un posto pubblico è legale.

Ciò che non è legale è distribuire, condividere e pubblicare in qualsiasi forma/supporto l’immagine della persona ritratta.

E questo, a patto che non si sia in possesso di una precisa dichiarazione di consenso firmata dalla persona stessa (liberatoria fotografica gdpr).

La liberatoria però non è sempre necessaria.

Essa infatti può essere omessa nel caso in cui le persone non siano riconoscibili, oppure nel caso in cui la persona ritratta non sia il “soggetto principale della foto” o possa non essere considerato tale.

Certo, è una cosa molto soggettiva, e l’esito stesso a favore o meno degli interessati in caso di controversia legale, dipenderebbe solo da un metodo di valutazione puramente soggettivo da parte di un giudice.

A valle di quanto detto, avrai sicuramente compreso che per poter pubblicare la tua foto su questo sito web, per esporla su carta stampata ad una mostra fotografica, o per partecipare semplicemente a qualche concorso fotografico, mi servirebbe avere il tuo consenso.

Per ringraziarti sarò felicissimo di regalarti la foto che ti ho scattato in formato digitale ad alta definizione in modo che tu possa anche farla stampare da chi preferisci.

In cambio ti chiedo però solo una gentilezza, cioè quella di farmi avere il tuo consenso per la pubblicazione della stessa foto.

COSA DEVI FARE?

E’ molto semplice, dovrai solo seguire questi pochi passaggi:

  • Clicca uno dei due link qui di seguito per scaricare la liberatoria: LIBERATORIA FOTOGRAFICA GDPR PRECOMPILATA, oppure LIBERATORIA FOTOGRAFICA GDPR PER MINORI PRECOMPILATA
  • stampa la liberatoria che hai scaricato
  • leggi il testo e successivamente compila gli spazi ricordandoti soprattutto di riportare la data e di mettere la tua firma leggibile
  • una volta compilata in modo completo, fai una foto ben visibile e che permetta la lettura dei contenuti del documento
  • inviamela via mail al seguente indirizzo: info@danielebordin.com specificando il o “i” numero/i “N.___________” che ti ho segnato sul biglietto che ti ho lasciato. Questo mi aiuterà a rintracciare la (o le) tua foto.

In questo modo sia tu che io avremo una copia della liberatoria fotografica gdpr firmata.

PER CONCLUDERE

Per concludere, oltre che iniziare a ringraziarti per il tuo apprezzatissimo gesto, ti consiglio di far stampare la foto che ti invierò come ulteriore segno di riconoscimento, su carta fotografica per stampa digitale opaca.

E’ una scelta personale naturalmente, se preferisci la carta lucida, in ogni caso non ne resterai deluso/a!

Nel caso in cui fossi interessato/a a seguire ciò che pubblico su questo blog, ti consiglio inoltre di lasciarmi solo il tuo indirizzo e-mail compilando l’apposito form che si presenta nella pagina principale, oppure cliccando sul link REGISTRAZIONE.

Ora ti saluto e ti ringrazio nuovamente.

Buone foto!

Daniele B.

LOGO_DB

Comments are closed.